Huge fines under new EU data rules for Data Controller?I titolari del trattamento dovranno attendersi pesanti sanzioni dal nuovo Regolamento europeo?

Di seguito il breve abstract dell’intervento che ho tenuto a Torino il 22 febbraio u.s.

La relazione affronta un aspetto poco evidenziato nell’ambito del panorama europeo e mondiale, le sanzioni.

Le sanzioni a dispetto della scarsa attenzione che spesso catalizzano sono una leva determinante per il successo o il fallimento del quadro normativo cui fanno riferimento.

La domanda che ci si pone è:

quanto è importante la tutela dei dati personali e quanto sono importanti le implicazioni nel quadro di tutela dei diritti del cittadino?

Spesso si è attribuito ad una materia importante come la tutela dei dati personali, un quadro sanzionatorio inefficace o mal commisurato, in quanto eccessivo per i piccoli “titolari del trattamento” e trascurabile per quelli medio-grandi.

Recenti sentenze contro una firm di livello mondiale hanno portato l’aspetto sanzionatorio alla ribalta.

In particolare, l’attenzione è stata catalizzata da due provvedimenti che oserei dire opposti in termini di portata e che pure sono probabilmente entrambi trascurabili per il destinatario della sanzione stessa.

Il riferimento corre alle sanzioni comminate a Google nel 2012, sia dalla FTC che dall’Autorità norvegese per la protezione dei dati.

Sulla scorta di questo bagaglio di esperienza, come si colloca l’art. 79 del Regolamento europeo concernente la “tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e la libera circolazione di tali dati”, di prossima adozione?

Non appena verranno pubblicati gli Atti del convegno “I sistemi informativi sanitari, tra agenda digitale, cloud e sicurezza”, sarà mia cura postare la versione integrale dell’intervento.

Di seguito il breve abstract dell’intervento che ho tenuto a Torino il 22 febbraio u.s.

La relazione affronta un aspetto poco evidenziato nell’ambito del panorama europeo e mondiale, le sanzioni.
Le sanzioni a dispetto della scarsa attenzione che spesso catalizzano sono una leva determinante per il successo o il fallimento del quadro normativo cui fanno riferimento.
La domanda che ci si pone è:
quanto è importante la tutela dei dati personali e quanto sono importanti le implicazioni nel quadro di tutela dei diritti del cittadino?
Spesso si è attribuito ad una materia importante come la tutela dei dati personali, un quadro sanzionatorio inefficace o mal commisurato, in quanto eccessivo per i piccoli “titolari del trattamento” e trascurabile per quelli medio-grandi.
Recenti sentenze contro una firm di livello mondiale hanno portato l’aspetto sanzionatorio alla ribalta.
In particolare, l’attenzione è stata catalizzata da due provvedimenti che oserei dire opposti in termini di portata e che pure sono probabilmente entrambi trascurabili per il destinatario della sanzione stessa.
Il riferimento corre alle sanzioni comminate a Google nel 2012, sia dalla FTC che dall’Autorità norvegese per la protezione dei dati.
Sulla scorta di questo bagaglio di esperienza, come si colloca l’art. 79 del Regolamento europeo concernente la “tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e la libera circolazione di tali dati”, di prossima adozione?

Non appena verranno pubblicati gli Atti del convegno “I sistemi informativi sanitari, tra agenda digitale, cloud e sicurezza”, sarà mia cura postare la versione integrale dell’intervento.

One thought on “Huge fines under new EU data rules for Data Controller?I titolari del trattamento dovranno attendersi pesanti sanzioni dal nuovo Regolamento europeo?

  1. Mauro Alovisio on

    la relazione è stata davvero stimolante e ha illustrato gli uditori (manager ICT , informatici e legali) su casi concreti e di attualità; alcuni primi materiali del convegno interdisciplinare del 22 febbraio su sistemi sanitari, cloud e agenda digitale, svoltosi a Torino, compresa la tua relazione sono disponibili al seguente link del mio blog
    https://www.serviziweb.unito.it/blog/?area=Blog&action=ReadForm&id=40524
    in attesa della pubblicazione degli atti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>