EU dataprotection framework – next stepsQuadro normativo europeo in materia di tutela dei dati personali – i prossimi passi

Last week, on 19 September 2012, the Civil Liberties, Justice and Home Affairs (LIBE) Committee discussed the data protection package, in particular the planned timetable.

LIBE is the Committee leading the dossier in the European Parliament and will issue two reports, one on the proposal for a General Data Protection Regulation ( “the Regulation”) and one on the proposal for a Directive “on the protection of individuals with regard to the processing of personal data by competent authorities for the purposes of prevention, investigation, detection or prosecution of criminal offences or the execution of criminal penalties, and the free movement of such data” (“the Directive”).

The two Rapporteurs, Mr Jan-Philipp Albrecht (Greens, Germany) for the Regulation and Mr Droutsas (S&D, Greece) for the Directive, decided to follow a package approach because of the important links between the two proposed legislative measures. However, Mr Droutsas underlined the difficulties that the Council seems to encounter on the Directive with the position of certain Member States. The joint parliamentary meeting taking place on 9 and 10 October is going to be crucial in solving this issue, he added. Because of the problems in the Council, the feasibility of the package approach was questioned by Mr Alvaro (ALDE, Germany) – even though he recognised the benefit of such an approach – and Mr Kirkhope (ECR, United Kingdom).

The cooperative approach of the dossier, desired by the Rapporteurs, was warmly welcomed by the other members of the European Parliament from all political groups. Important issues were underlined several times during the debate such as the importance of a good implementation and of a strong enforcement of data protection, the need for clarity, the necessity of protecting fundamental rights and finally the issue of data flow to third countries. Even if no final agreement on those issues was found during the debate, the debate was very helpful to understand the forthcoming steps in the process.

Mr Albrecht indeed presented his forecasted timetable for the Regulation. The current plan is to have the Regulation definitely voted before the end of this legislature, i.e. in 2014. To achieve this goal, he would like to provide a second working paper for the joint parliamentary meeting taking place beginning of October. At that time, the paper will be available only in English and will subsequently be translated for a debate in the Committee that will take place on 5 or 6 November 2012. The Rapporteur intends to have a draft report ready by December of this year, so the vote can take place between February and April 2013, to enable negotiation with the Council later on.

The envisaged timeframe is very important as it gives a great perspective on the forthcoming steps.

read more

Il 19 settembre 2012, il Comitato per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (LIBE) ha discusso il pacchetto di protezione dei dati, in particolare il calendario previsto per l’adozione definitiva dello stesso.

LIBE è il Comitato che si occupa del Dossier (sulla data protection), nell’ambito del Parlamento europeo e pubblicherà due relazioni, la prima sulla proposta di regolamento generale di protezione dei dati (“il regolamento”) e la seconda sulla proposta di direttiva “relativa alla tutela delle persone fisiche con riguardo al il trattamento dei dati personali da parte delle autorità competenti ai fini della prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento di reati penali o l’esecuzione delle sanzioni penali, nonché alla libera circolazione di tali dati “(” la direttiva “).

I due relatori, Mr. Jan-Philipp Albrecht (Verdi, Germania) per il regolamento e Mr. Droutsas (S & D, Grecia), per la direttiva, hanno deciso di seguire un approccio sinergico a motivo dei legami esistenti tra le due misure legislative proposte.

Tuttavia, Mr. Droutsas ha sottolineato le difficoltà che il Consiglio sembra incontrare sulla “direttiva” con riguardo alla posizione di alcuni Stati membri. La riunione parlamentare congiunta che si terrà il 9 e 10 ottobre sarà cruciale per risolvere queste difficoltà.

L’approccio cooperativo del dossier, auspicata dai relatori, è stato accolto positivamente dalla maggior parte dei membri del Parlamento europeo (a prescindere dall’appartenenza politica). Nel corso del dibattito, sono state più volte sottolineate le questioni principali:

- l’importanza di una corretta applicazione e di un’attuazione rigorosa del quadro normativo in materia di protezione dei dati;

- la necessità di chiarezza;

- la necessità di tutelare i diritti fondamentali;

- la questione del flusso di dati verso paesi terzi.

Anche se un accordo definitivo su tali questioni non è stato trovato, il dibattito è risultato estremamente utile per cogliere e sancire i prossimi passi da seguire.

In particolare, Mr. Albrecht ha esposto il presumibile scadenzario per quel che riguarda il “regolamento”. L’attuale proposito è di votare, definitivamente, il “regolamento” prima della fine dell’attuale legislatura, cioè nel 2014. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario produrre un secondo “working paper” per la riunione congiunta del Parlamento che si terrà all’inizio di ottobre. A quel tempo, il “working paper” sarà disponibile solo in lingua inglese e verrà successivamente tradotto per il dibattito in sede di Commissione che avrà luogo il 5 e 6 novembre 2012. Il relatore si propone di avere un “draft report” pronto entro dicembre di quest’anno, in modo che il voto possa, verosimilmente, avere luogo tra febbraio e aprile del 2013, consentendo, successivamente, lo svolgimento dell’attività di negoziazione con il Consiglio.

Aver esposto queste tempistiche è molto utile sia al cittadino sia agli operatori che dovranno uniformarsi al futuro quadro normativo europeo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>